sabato 19 febbraio 2011

I misteri del tedesco 1

In tedesco esistono espressioni o parole che suonano italiane e che molti tedeschi credono essere importazioni dall'italiano, ma che in realtà con l'italiano non hanno nulla a che fare. Solo che l'italiano (e le altre lingue latine) ai tedeschi sembra più fine ed elegante del tedesco stesso...

Due esempi sono particolarmente significativi, visto che ci si sbatte dentro quasi quotidianamente.

1) Alles Paletti

Significa "tutto a posto", "tutto bene" e da qualche tempo, per italianizzarlo ulteriormente, è invalsa la moda di dire non Alles Paletti bensì Tutto Paletti.
Ma avete mai sentito in Italia la parola "paletti" usata in termini simili? Io sinceramente no.
Esistono teorie - leggasi "castelli in aria" - che cercano di associare questa espressione ad antiche forme ebraiche o a qualche italiano di nome Paletta esistito in Germania chissà quanto tempo fa... ma in realtà questa espressione - tutta tedesca - rimane un mistero.

2) Picobello

Questa parola serve a indicare quando una cosa è particolarmente ordinata, pulita, precisa. Per esempio, quando faccio le pulizie in casa e alla fine tutto splende come fosse nuovo, appena uscito dal negozio... allora dico che il mio appartamento è Picobello.
E i tedeschi continuano a chiedermi cosa significhi precisamente questa parola in italiano... ma in italiano non esiste, cosa posso inventarmi per convincerli, visto che pochi mi credono?
L'unica teoria che ho sentito sull'origine di questa parola (ma che trovo ben poco convincente) parte dalla parola tedesca piekfein (che in pratica significa chic, in tiro). C'è chi dice che piek suona come pico e che fein è stato sostituito da bello perché più italiano, più elegante. Boh.

Saluti,

Mauro.

Altre puntate:
I misteri del tedesco 2
I misteri del tedesco 3 - Culto e cultura
I misteri del tedesco 4 - In cucina
I misteri del tedesco 5 - Numeri al contrario
I misteri del tedesco 6 - In cucina 2
I misteri del tedesco 7 - Animali bugiardi

10 commenti:

  1. dal blog: http://dwotd.web-log.nl/dutch_word_of_the_day/2007/11/315_pico_bello.html


    "Picobello’ is a low German borrowing, like ‘piekfijn’ (from ‘pikfein’/‘piekfein’) and is in German written as one word.
    The ‘pic’/‘pik’ bit is derived from ‘pük’ which is related to the Dutch word ‘puik’ which is derived from ‘puycken’ which we today would spell ‘puiken’ which means ‘to pick out with care’. Which reminds me a of the song ‘Het mooie oude ambacht’ by Drs P, but let's get back on topic. ‘Puik’ was originally used as a quality indicator for goods like leather, thus meaning ‘best’.
    ‘Bello’ is probably just Italian for beautiful, and the reason behind the ‘o’ in ‘pico’, to give that special faux Italian ring to it.
    Although it isn't correct Italian, I have seen ‘picobello’ in Italian text once or twice. It also appears to be a somewhat popular name for pizzerias across Europe."

    piu' tardi mi dedico al'altra parola. Devi aumentare i post relativi alla lingua tedesca, per me che imparo: e' un ordine. Smack!!!

    RispondiElimina
  2. e ancora:

    http://www.bbc.co.uk/languages/german/cool/moods.shtml

    quanto ho imparato oggi!!!!

    :)))

    RispondiElimina
  3. "I have seen ‘picobello’ in Italian text once or twice"

    Se non ci fosse da piangere, mi verrebbe da ridere.
    Probabilmente l'utore non ha mai letto una frase in italiano (sempre che sappia riconoscere l'italiano quando lo vede) in tutta la sua vita, se non sparerebbe cazzate come quella che ho citato.

    RispondiElimina
  4. "Devi aumentare i post relativi alla lingua tedesca, per me che imparo: e' un ordine."

    Ma mica sono un linguista, io...

    RispondiElimina
  5. Buona domenica Mauro!Allora, io credo che l'autore di queste parole sia Dan Brown, sai perché?Prova a leggerti, in inglese, ANGELI E DEMONI e capirai perché: ci sono delle incredibili perle in presunto italiano, che il nostro "autore" si è inventato di sana pianta, anni fa ci trovai pure un forum dove lo pigliavano in giro...

    RispondiElimina
  6. Queste espressioni esistono da quando Dan Brown non era ancora nato (nascista nefasta per la letteratura).

    Comunque Brown merita il mio disprezzo imperituro. E il disprezzo di ogni fisico e scienziato del mondo.

    RispondiElimina
  7. Sembra che "paletti" venga dallo Yiddish: http://de.wiktionary.org/wiki/paletti

    mentre picobello è italiano maccheronico per "piekfein":
    http://de.wiktionary.org/wiki/piekfein

    Che ci vuoi fare, noi abbiamo i "würstel" e le "Sturmtruppen" e loro hanno "picobello" e "paletti".

    RispondiElimina
  8. Paletti yiddish non lo sapevo, grazie per l'informazione.

    Comunque "Sturmtruppen" non c'entra nulla: è stato volontariamente inventato da Bonvi come satira.

    Invece würstel è triste, hai ragione.

    RispondiElimina
  9. Paletti niente Jiddisch, ne sono sicuro, il wiki dice "möglicherweise" (possibilmente), e l'etimologia non sembra logica affatto. E sone linguista, io :)

    Invece mi sembra più probabile una origine banale, ad hoc, senza fondo nessuno, come esiste per l'espressione "null problemo" (con la "o") che viene dalla teleserie americana "Alf".

    Quindi l'espressione è stata inventata e poi diffusa largamente per caso mediatico, se si può dire.

    Per dirne un'altra di quelle espressioni, c'è anche "balla balla" (si dice per un pazzo).

    RispondiElimina
  10. Proprio di queste espressioni ho parlato in questo video (e nella seconda parte!) http://www.youtube.com/watch?v=WNZVJvCmEbA&feature=share&list=UUqDrUu4P9r6G7o1cQ5bkojw&index=4

    RispondiElimina